DAS ROUTING

SFIDA

Come Italtel ha aiutato un Service Provider globale a costruire una rete convergente fisso-mobile?

Il Service Provider operante in Germania aveva la necessità di migrare la sua rete TDM legacy in una soluzione IMS-based all-IP e quindi integrarla alle reti esistenti realizzando un efficace routing delle chiamate.

Il Service Provider ha ritenuto che l’introduzione di una nuova piattaforma di Routing e Interconnessione fosse un modo potente per consolidare e semplificare  la rete. Lo scopo era  di centralizzare neServer Routing SIP le funzioni di routing dislocate fino a quel momento nelle distinte reti fissa e mobile.

Routing
Traffic Engineering
Policing
Domain Name System

Routing e Policy Server per una rete multi-contesto

SOLUZIONE


Il Routing e Policy Server di Italtel, i-RPS, rappresenta una risposta efficace alle necessità di routing massivo nei nuovi scenari di traffico basato su IP.

Grazie a i-RPS, il Service Provider ha superato l'approccio frammentario di routing in reti distinte approdando ad un layer di transito ottimizzato, applicato a domini eterogenei (NGN, IMS, PSTN, PLMN).





Il primo obiettivo del Service Provider era la sostituzione nella sua rete fissa della Piattaforma Class-4 Cisco PGW-based.

Italtel ha supportato la migrazione di tutte le interfacce, il traffico e i servizi dal Softswitch Cisco PGW verso il nuovo Server di Routing i-RPS. Per questa ragione, i-RPS è stato integrato nell'ambiente di rete fissa, precedentemente fornito da Italtel.

i-RPS abilita nuovi servizi e opportunità di business, grazie alla Number Portability e alla gestione centralizzata delle Chiamate di Emergenza.
i-RPS fornisce il multi-homing assicurando alta affidabilità locale e ridondanza geografica

1
Fino a 500.000 sessioni e 5.000 chiamate al secondo
2
Più di 550 domini configurati
3
60 milioni di CDR al giorno
4
22 milioni di record nel DB per le Chiamate di Emergenza

BENEFICI

RIDUZIONE DI OPEX E CAPEX
  • i-RPS diventa il punto unico di accesso per il provisioning del routing del traffico tra reti diverse, consentendo la gestione centralizzata in un unico database di tutte le policy di routing senza la necessità di effettuare variazioni in tutti i diversi nodi di rete
  • Modalità facile e più veloce di aggiornamento real-time del routing di rete e roll out di nuovi servizi
  • Accesso ad un unico sistema che realizza allo stesso tempo funzioni di multi-protocol access, Database di Number Portability, Database delle Chiamate di Emergenza e service brokering
  • Facilità di inserimento di nuove interconnessioni consentendo un percorso di migrazione semplice da TDM a IP e la dismissioni di apparati legacy anche con un significativo risparmio dei costi operativi
  • Tool di semplificazioni per le funzionalità più complesse di routing (ad es. overlap, dialing e piani di numerazione, varie necessità di business, originating carrier e trunk group, charge, codec, digit, NOA)
ADATTABILITA’ E TRASPARENZA
  • Punto unico di raccolta e analisi dei dati di traffico in grado di rispondere in modo tempestivo alle necessità del Service Provider, consentendo un time-to-market differenziante in fase di attivazione di nuovi servizi
  • Nessuna necessità di certificare apparati di interconnessione (compresi gli SBC) per l’evoluzione del routing
  • Controllo completo delle chiamate al fine di evitare la necessità d’impegno di SBC per il traffico tra reti diverse.
APPROCCIO “FUTURE PROOF”
  • Potenti funzionalità di number analysis e routing combinate a logiche di servizio complesse per una facile evoluzione sia sul piano commerciale che normativo
  • Evoluzione ad un’infrastruttura IP-IP dedicata all’interconnessione con Operatori Nazionali e Internazionali.
FLESSIBILITA’ E SCALABILITA’
  • Punto unico di accesso per l’intero routing, traffic engineering e policy management
  • Configurazione di un routing centralizzato per tutta la rete
  • Scelta delle rotte di traffico più cost-effective (con relativi cambi giornalieri) per interconnessioni di lunga distanza e traffico wholesale
  • Ottimizzazione del routing di traffico all’interno della rete
  • Supporto di tutti gli stack di protocollo per le feature, che consentono il controllo dei sistemi installati in precedenza per garantire una smooth migration di una rete multi-technology verso una rete IMS omogenea.

DETTAGLI TECNICI

i-RPS è installato in ambiente virtualizzato su hardware Cisco UCS con hypervisor VMWare .

i-RPS agisce come:

  • Nodo di routing centralizzato
  • Database di Number Portability
  • Database delle Chiamate di Emergenza

In questa configurazione,  i-RPS supporta principalmente gli utenti e l’ambiente di interconnessione basato su SIP e “interlavora” con l’ambiente TDM legacy nei diversi contesti e con differenti protocolli di segnalazione.

Per completare la soluzione di Routing centralizzato, Italtel ha anche fornito sulla stessa piattaforma virtualizzata l’Element Manager i-NEM. i-NEM è un element manager multi-rete ed è anche in grado di gestire l’MGCF.

In dettaglio, Italtel ha installato due nodi i-RPS in due diverse regioni, in configurazione dual-homing con un un unico punto di provisioning della soluzione di Routing centralizzato che gestisce questi scenari:

  • interconnessioni proxy SIP verso tutte le piattaforme agendo come SIP gateway, attraverso gli SBC con gli OLO e dirette con la rete legacy, IMS/VoLTE e la rete mobile
  • connessione INAP alle piattaforme legacy per fornire policy di routing omogenee.

Italtel, grazie alla propria esperienza nelle reti di comunicazione, aiuto i service provider ad avere un beneficio immediato nella soluzione di un problema con una piattaforma che facilita il processo di network transformation e assicura un miglior time-to-market nello sviluppo di nuove opportunità di business.

Contattaci per saperne di più

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiorna il tuo browser per visualizzare correttamente questo sito., Aggiorna il mio browser

×