IP networks

L’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 ha portato ad un radicale cambiamento delle nostre abitudini, sia nel modo di lavorare che di socializzare.  La necessità di limitare gli spostamenti e le interazioni dirette ha scatenato un forte impulso all’utilizzo di strumenti digitali che potessero in qualche modo sopperire a queste restrizioni. Risulta evidente che le reti di telecomunicazioni hanno svolto e stanno svolgendo un ruolo centrale in questa fase di emergenza, consentendo l’abilitazione, in modalità massiva, dello smart working, della didattica a distanza oltre ad una notevole diffusione di contenuti video in streaming e del gaming on line.

In Italia le infrastrutture di rete sono state in grado di assorbire l’elevata crescita del traffico senza particolari disservizi: di fatto, le scelte progettuali che sono state adottate, hanno consentito alle reti di scalare opportunamente.

 Italtel, nel ruolo di fornitore di tecnologia di networking, è stata parte attiva nella realizzazione delle reti stesse così come oggi è testimone diretta della loro tenuta.

Le reti IP al centro della trasformazione digitale

La continua crescita del traffico basato su protocollo IP, la grande diffusione di applicazioni e dispositivi mobili usati ovunque e in ogni momento per il lavoro e il tempo libero, l’accesso ai servizi in logica Multi-Cloud, le crescenti realizzazioni in ambito Internet of Things e le prime implementazioni 5G, danno evidenza di quanto le reti stiano cambiando e di quanto siano rilevanti nel processo di trasformazione digitale che coinvolge sia i consumatori che le aziende.

Facendo riferimento al Cisco Annual Internet Report si prevede che i due terzi della popolazione avrà un accesso internet entro il 2023. Inoltre il numero di device connessi alle reti IP nel 2023 sarà più di tre volte il numero della popolazione globale. Un altro dato significativo è la capacità media delle connessioni che raddoppierà per gli accessi fissi mentre per gli accessi con device mobili aumenterà di ben tredici volte con la tecnologia 5G.

In questo scenario i Service Provider, le Grandi Imprese e le Pubbliche Amministrazioni sono sempre più impegnati nella realizzazione di una vera e propria Digital Network Transformation, facilitata dal consolidamento di tecnologie quali NFV e SDN, che consentono di rendere le reti flessibili e in grado di adattarsi ai continui cambiamenti.

Verso l’Intent Based Networking

Oggi si parla infatti di Intent Based Networking (IBN) ovvero della capacità da parte delle reti di riconfigurarsi prontamente a fronte di nuove esigenze di business, di eventuali malfunzionamenti o di particolari necessità prestazionali degli applicativi veicolati dalle reti stesse. Per consentire una logica di attuazione end-to-end è necessaria un’orchestrazione multi dominio (Accesso, Rete geografica e Data Center/Cloud) alimentata da sistemi evoluti di analytics (basati anche su Machine Learning) in grado di predire i comportamenti dei diversi segmenti della rete. In questo modo sarà possibile intraprendere azioni su base esigenze di business che siano pervasive tra tutti i domini.

Le reti IBN sono anche in grado di abilitare la “Smart Operation”, ovvero la possibilità di automatizzare i workflow delle attività di operation e di innescare rapidamente processi di gestione e risoluzione dei guasti coinvolgendo ancora sistemi di orchestrazione in grado di agire su più livelli di rete.
In sintesi l’evoluzione della rete in una logica Intent Based Networking, governata da processi di Smart Operation, induce una significativa riduzione nei costi di gestione della rete stessa, permettendo di conseguenza di applicare nuovi modelli di business e aumentare la competitività sui servizi offerti sia per gli utenti interni all’azienda sia verso clienti finali business o residenziali.

In questo processo di trasformazione digitale, gli accessi wireless stanno diventando di gran lunga quelli più diffusi. Le imprese si affidano sempre più al wifi (in particolare Wi-Fi 6) che si è evoluto in modo da essere fortemente integrato con l’infrastruttura di rete fissa. In alcuni scenari industriali sono invece già in atto sperimentazioni con accesso 5G.

Per le connessioni geografiche tra le diverse sedi e tra le sedi ed il Data Center si fa sempre più affidamento a collegamenti internet rispetto a soluzioni MPLS, grazie anche al diffondersi della tecnologia SD-WAN, vero punto di raccordo tra le aziende e gli operatori. Attraverso l’SD-WAN è anche possibile abilitare un accesso sicuro a servizi Multi Cloud, creando una estensione virtuale della rete aziendale fino ai Cloud Provider.

La mobilità offerta dalla pervasività delle reti wireless (Wi-Fi/LTE e 5G) e l’accessibilità garantita dall’uso di Multi-Cloud insieme abilitano un aumento della produttività, uno snellimento dei processi aziendali e una ottimizzazione dei costi delle infrastrutture.

L’offerta Italtel per le reti IP

Italtel è da sempre impegnata nella realizzazione di infrastrutture di rete sicure e affidabili per telco operator e grandi imprese pubbliche e private. La sua comprovata esperienza, documentata da numerose referenze, la rendono un partner ideale con cui sostenere l’evoluzione delle proprie reti secondo le logiche più innovative.

L’offerta Italtel si articola in varie soluzioni.

  • Architetture di rete fissa per Service Provider secondo lo schema accesso, aggregazione e core: reti convergenti IP/Ottiche, ROADM (Reconfigurable Optical Add Drop Multiplexer), ricetrasmettitori DWDM (Dense Wavelength Division Multiplexing), piano di controllo dinamico correlato IP – DWDM
  • Soluzioni per le imprese con architetture LAN wired/wireless convergenti: switch, access points e controller di nuova generazione che, grazie all’integrazione con i servizi di autenticazione e accesso alla rete, consentono di realizzare, su una stessa infrastruttura fisica, numerose reti logiche, regolate da opportune politiche di segmentazione del traffico
  • Soluzioni per il networking interno dei data center: in particolare, soluzioni di software defined networking che possono permettere una gestione semplificata dei moderni data center e garantiscono l’agilità nel rilascio di nuovi servizi
  • Connessioni geografiche per le aziende: per potere beneficiare di più link basati su differenti tecnologie (i.e. Internet, MPLS, LTE,.) e a volte distribuiti su più operatori, le soluzioni SDWAN garantiscono accessi sicuri anche su intenet, connessioni dirette branch to cloud con conseguente offload delle connessioni più pregiate. Nello specifico, l’SD-WAN abilita una connessione sicura ed efficace verso i servizi in cloud (sia di tipo SaaS che IaaS) creando una vera e propria estensione della rete privata verso il cloud pubblico e abilitando una più veloce adozione di modelli ibridi
  • Soluzioni di analisi del traffico (Deep Packet Inspection) che possono alimentare eventuali azioni correttive sulla rete per preservarne la sicurezza o per garantire l’opportuna qualità ai flussi applicativi

Italtel lavora in collaborazione con i leader di mercato per tutte le tecnologie, in particolare con Cisco che, grazie alle sue piattaforme aperte e programmabili, ha permesso lo sviluppo di un policy engine proprietario  in grado di unire esigenze di business e informazioni provenienti dalla rete per orchestrare azioni automatizzate.

Contattaci per saperne di più

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiorna il tuo browser per visualizzare correttamente questo sito., Aggiorna il mio browser

×