Smart working

Una opportunità per imprese e lavoratori

Lo smart working ha rappresentato un efficace strumento per la continuità lavorativa durante l’emergenza sanitaria COVID-19. Oggi continua ad essere ampiamente utilizzato per tutte quelle attività che non necessitano di una presenza fisica in ufficio. Diverse imprese hanno annunciato di volerne incrementare l’utilizzo anche una volta terminata l’emergenza.

In questi mesi, la percezione dello smart working è cambiata, in particolare tra coloro che temevano potesse avere riflessi negativi sulla produttività e il controllo delle attività. I risultati di una indagine condotta da Fondirigenti prima e dopo l’emergenza COVID-19 hanno evidenziato che lo smart working aumenta la produttività e ha indubbi vantaggi in termini di costi-benefici non solo per il dipendente, ma proprio per l’azienda stessa. Molte altre analisi anche internazionali confermano questi dati.

L’adozione stabile di pratiche e strumenti per lo smart working sta diventando un’opportunità a cui né le imprese, né i lavoratori possono più rinunciare. Per un’adozione che possa massimizzare i benefici, è bene però tenere presente che per ogni lavoratore le esigenze in tema di smart working possono essere diverse, in relazione alle attività svolte e al contesto aziendale in cui opera.

La risposta giusta per ogni esigenza

Italtel ha messo a punto un insieme coerente di soluzioni tecnologiche pensate per indirizzare nel modo migliore possibile le necessità che ruotano intorno al lavoro da remoto.

Ecco le modalità per indirizzare tre possibili esigenze:

Lavorare da casa come fosse una branch remota dell’ufficio

I dipendenti che quotidianamente utilizzano in modo intenso applicazioni che risiedono su server aziendali vogliono avere la medesima user experience vissuta in ufficio. Vogliono attivare la propria postazione di lavoro ed essere già “dentro l’azienda”.  Le loro esigenze principali sono:

    • Connettività: necessità di un’estensione della LAN aziendale anche al proprio domicilio
    • Tool di produttività: strumenti di collaborazione quali video conferencing e sharing 
    • Protezione della postazione remota: sistemi di protezione del proprio endpoint da malware, sistemi di protezione della navigazione internet, sistemi di autenticazione forte con utilizzo di un ulteriore device (es.: Smartphone vs. PC)

Lavorare agilmente da remoto

Tanti dipendenti, per svolgere le proprie attività lavorative, possono avere l’esigenza di accedere solo saltuariamente ad applicazioni aziendali e per la maggior parte del tempo lavorano con strumenti che richiedono solo l’accesso a internet (es.: posta elettronica, sistemi di video conferenza, …). Per loro la necessità primaria è la flessibilità, il poter lavorare da casa o da qualsiasi altro posto, avendo con sé solo il proprio device portatile e una connessione dati. Per loro pertanto potrebbe essere prioritario prevedere:

  • Connettività: possibilità di accesso sicuro alle applicazioni aziendali da qualsiasi posto, in modo puntuale anche se non continuativo.
  • Tool di produttività: strumenti di collaborazione quali video conferencing e sharing
  • Protezione della postazione remota: sistemi di protezione del proprio endpoint da malware, sistemi di protezione della navigazione internet, sistemi di autenticazione forte con utilizzo di un ulteriore device (es.: Smartphone vs. PC)

Lavorare con uso intensivo del Video

In alcune tipologie di lavoro, il contatto “visivo” è l’elemento principale nello svolgimento delle proprie attività. Diventa pertanto prioritario per questo tipo di lavoratori la user experience e la qualità della comunicazione video.

La peculiarità in questo caso è la necessità di sistemi di video comunicazione ad alta definizione. Le altre esigenze possono essere analoghe a quanto previsto nelle tipologie di lavoratore A e B.