Videocomunicazione per una compagnia di trasporto ferroviario

SFIDA

Una grande compagnia di trasporto ferroviario italiana aveva l’esigenza di evolvere la propria infrastruttura di videocomunicazione. La necessità nasceva dal fatto che l’architettura in essere aveva raggiunto la massima capacità d’esercizio; inoltre alcune componenti non erano più supportate dai fornitori, e per questa ragione non era possibile rendere disponibili numerose funzionalità introdotte nel frattempo con i nuovi sviluppi.

L’obiettivo era quindi rinnovare l’infrastruttura con una nuova piattaforma per ottimizzare le risorse e ridurre i costi e garantire a tutti i dipendenti della compagnia le funzionalità degli endpoint esistenti, dai telefoni IP ai sistemi per sale video fino ai client mobili e desktop.

Italtel ha soddisfatto le specifiche esigenze aziendali della compagnia ferroviaria grazie alla proposta e alla realizzazione di un progetto che ottimizza le risorse disponibili e con l’adozione di strumenti più potenti e di più facile utilizzo per l’utente finale.

SOLUZIONE



L’evoluzione della soluzione di videocomunicazione della compagnia di trasporto ferroviario garantisce eccellenti prestazioni, garantendo:
1
il collegamento di sedi con tipologie di connessione diverse (ADSL e ISDN)
2
l’interoperabilità degli standard internazionali
3
elevata qualità video (Standard H264)
4
design moderno e facilità d'uso

Il nuovo sistema di videocomunicazione si basa su componenti Cisco e garantisce l’evoluzione in termini di capacità, flessibilità di utilizzo e interoperabilità verso Microsoft (incluso Skype for Business).

Il progetto ha realizzato il rinnovo di alcuni elementi chiave dell’architettura tra cui la gestione delle Telepresence e dei sistemi di multiconferenza, con la possibilità di programmare le videoconferenze in modo semplice utilizzando 3 modalità: via web attraverso il portale principale del sistema TMS, da interfaccia web utilizzando il portale personale dell’utente “Smart Scheduler” o utilizzando l’Outlook aziendale.

Italtel ha realizzato:

  • il progetto della soluzione, sulla base dello studio dello stato dell’arte, proponendo il rinnovo dei componenti hardware e software
  • i servizi professionali per l’Installazione, configurazione, ingegneria per l’integrazione in rete della soluzione e formazione del personale della compagnia
  • i servizi di assistenza tecnica e manutenzione on-site

BENEFICI

riduzione dei costi aziendali
risparmio del tempo
maggiore produttività
maggiore collaborazione tra i dipendenti
processi decisionali più rapidi

DETTAGLI TECNICI

Questi sono alcuni dei numerosi vantaggi che le soluzioni di videocomunicazione portano alle aziende.
In particolare, per la compagnia di trasporto ferroviario, l’evoluzione della piattaforma di videocomunicazione ha portato il sistema interamente su IP mantenendo la connettività ISDN solo per utenti esterni al gruppo e privi di una connessione a Internet. Questa scelta produrrà una sostanziale riduzione dei costi di connessione.

Inoltre, il passaggio alla nuova piattaforma di videoconferenza ha garantito alla compagnia ferroviaria continuità operativa in termini di servizio, supporto e manutenzione, definendo il percorso di allineamento tecnologico con quanto sviluppato nel tempo dai produttori. In questo modo, si è superata la precedente limitazione che non permetteva di sfruttare i vantaggi dei nuovi modelli di endpoint introdotti da Cisco.

L’aggiornamento dei componenti è stato effettuato passando contestualmente a un’architettura virtualizzata, che ha consentito di ottimizzare le risorse hardware necessarie. La nuova soluzione ottimizza infatti l’utilizzo delle risorse disponibili, basate su licenze e non più su porte “fisiche”, ampliando in modo significativo rispetto all’attuale il numero dei partecipanti e delle call supportate dal singolo server.

Ulteriori vantaggi della nuova piattaforma sono stati:

  • la capacità di gestire un maggior numero di partecipanti per singola sessione
  • l’integrazione con l’ambiente Microsoft, incluso Skype for Business
  • la possibilità di realizzare videoconferenze in modalità dual homing, con cui si permette ad utenti Microsoft ed utenti Cisco di condividere la stessa conferenza pur rimanendo attestati ognuno sul proprio MCU di pertinenza. Questa feature permette una migliore gestione delle risorse MCU e permette ai partecipanti di sperimentare lo stesso layout di conferenza con cui hanno familiarità.

Italtel ha applicato una metodologia di dialogo con la compagnia di trasporto ferroviario, concordando il piano di lavoro dettagliato delle attività, con la disponibilità di condurre alcune attività al di fuori del normale orario lavorativo, in modo da minimizzare l’eventuale disservizio causato dal passaggio dei servizi di videoconferenza sulla nuova piattaforma.

L’evoluzione della piattaforma di videocomunicazione ha determinato la sostituzione della componente di TelePresence con la nuova piattaforma Cisco Meeting Server (CMS), l’aggiornamento alle ultime release delle componenti VCS, Cisco Telepresence Management Suite (TMS) e la loro migrazione in ambiente virtualizzato.

In particolare, l’aggiornamento della componente infrastrutturale VCS, passando contestualmente a un’architettura virtualizzata, ha consentito di ottimizzare le risorse hardware necessarie e il passaggio alla nuova release del TMS ha portato all’introduzione di numerose nuove funzionalità. Fra le novità un più potente portale di scheduling delle videoconferenze (smart scheduler) di più semplice utilizzo per l’utente.

Grazie al nuovo sistema di videoconferenza, il numero di partecipanti per singola sessione di videoconferenza non è più limitato dalle licenze o delle porte, ma è solo dalla potenza elaborativa del server CMS. La configurazione realizzata ora con due CMS in cluster ha la capacità di gestire fino a:

  • 192 video chiamate in High Definition
  • 384 video chiamate in Standard Definition
  • 6000 chiamate audio.

Il progetto è stato realizzato in 3 fasi. Nella prima fase l’obiettivo raggiunto è stata la migliore integrazione della piattaforma video a livello IP e l’integrazione con Lync di Microsoft. Nella seconda fase sono state garantite migliore scalabilità, ridondanza e nuove funzionalità, mentre nella terza fase si è raggiunta la massima capacità di esercizio della soluzione con un maggior utilizzo delle risorse per sfruttare i nuovi modelli (ad esempio il Cisco Meeting Server).

Italtel ha realizzato il sopralluogo per la verifica dei prerequisiti di installazione, il progetto impiantistico e l’installazione fisica dell’hardware oggetto della fornitura.

Per garantire i servizi professionali, il team di progetto di Italtel ha coinvolto due diverse tipologie di figure professionali: una di tipo ingegneristico, responsabile delle attività di design e configurazione degli apparati e l’altra di tipo sistemistico, responsabile dell’installazione, commissioning e collaudo dei sistemi in campo. In particolare il team ingegneristico includeva figure specialistiche per l’ambiente Cisco e l’ambiente Microsoft.

Italtel ha inoltre fornito alcune giornate di formazione tecnica dedicata al personale dell’azienda che cura la gestione operativa e il supporto della nuova piattaforma.

Infine l’assistenza tecnica e la manutenzione on-site sono di durata annuale e includono anche i servizi di Helpdesk, supporto telefonico e in tele-assistenza in connessione sicura.

CONCLUSION

Italtel offre sistemi di videocomunicazione innovativi, affidabili e sicuri e di proporre soluzioni adatte ad ogni tipo di esigenza. Contattaci per saperne di più.

Contattaci per saperne di più

Il tuo browser non è aggiornato!

Aggiorna il tuo browser per visualizzare correttamente questo sito., Aggiorna il mio browser

×